Premio Ragusani nel Mondo 2020

Arriva anche per quest’anno il Premio Ragusani nel Mondo, che avrà luogo il 1 agosto 2020 in modalità a distanza, come per tutti gli eventi pubblici in calendario in tempo di CoronaVirus, nel rispetto delle previsioni normative che vietano ogni forma di assembramento.

Premio Ragusani nel Mondo
Premio Ragusani nel Mondo

Quest’anno l’Associazione Ragusani nel Mondo ha deciso di organizzare un’edizione online dell’omonima manifestazione rispettando la data in cui si sarebbe dovuta tenere la consueta cerimonia in piazza Libertà a Ragusa.
In questo momento di generale criticità, la pandemia colpisce, dunque, il destino del prestigioso appuntamento che premia l’eccellenza iblea a livello internazionale; ma, a tal proposito, il Comitato organizzativo ha elaborato ad hoc un
format per questa singolare edizione, rimandando la tradizionale festa dal vivo al prossimo anno.

L’edizione 2020

Sarà un evento che vedrà insieme quanto in buona parte precedentemente assemblato, ma anche alcune dirette. Quindi, saluti istituzionali, immagini del territorio e momenti di spettacolo, con la partecipazione di artisti nazionali e locali.

Grande attenzione, ovviamente, per le testimonianze dei premiati che erano stati selezionati per quest’anno, alcuni dei quali manderanno il loro saluto virtuale: la biologa e ricercatrice ragusana Concetta Castilletti, neo Cavaliere della Repubblica, che ha isolato per la prima volta il coronavirus presso l’Ospedale Spallanzani di Roma; Fiorella Gurrieri, medico chirurgo ragusano al Gemelli di Roma, con un passato di ricercatrice nello studio e nell’individuazione di importanti genomi; l’ingegnere Toni Azzarelli, di origine pozzallese, manager nel settore delle comunicazioni telefoniche in Inghilterra; la soprano di origini ispicese Claudia Oddo; il ragusano Maurizio Di Martino, mago illusionista in arte Martin; il ricercatore vittoriese Andrea Carfi, uomo di punta nel team di una importante società farmaceutica negli Stati Uniti, con un progetto di vaccino fra i più avanzati nella sperimentazione.
I prescelti riceveranno il Premio nell’edizione che si confida di poter organizzare nell’estate del 2021. Nel corso dell’evento non mancheranno anche momenti “amarcord” tratti dall’archivio delle precedenti edizioni; lo scorso anno il Premio ha festeggiato con successo i suoi primi 25 anni.

Insomma, cambiano le modalità a causa dell’emergenza, ma resta l’emozione di sempre dinanzi alle eccellenze che hanno reso grande la Terra iblea in tutto il mondo.

Le dichiarazioni

Il neo Presidente dell’associazione Salvatore Brinch commenta: “L’organizzazione del Premio non poteva sfuggire a una regola comune che vede il rinvio al 2021 di tutte gli eventi pubblici che comportino assembramento di persone e quest’anno, con il coinvolgimento di numerosi componenti dello staff organizzativo e in collaborazione con il Comune di Ragusa, si è pensato tuttavia di organizzare ugualmente un evento online che andrà in onda sul web esattamente nella stessa data in cui si sarebbe dovuta svolgere la nuova edizione del Premio“.

Sarà un evento leggero e dai ritmi intensi – spiega Sebastiano D’Angelo, storico Direttore dell’Associazione – un momento di raccordo fra passato e futuro, in cui l’Associazione ribadisce la volontà di avviare un nuovo ciclo del Premio, solo momentaneamente interrotto, che coniughi la narrazione di straordinarie storie umane e professionali in capo agli iblei alla promozione del nostro territorio, secondo una logica di continuità nel perseguire la principale mission della manifestazione”.

Anche quest’anno a condurre il Premio Ragusani nel Mondo tornano i giornalisti Salvo Falcone e Caterina Gurrieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *